videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

Stessa Faccia…

…Caro innominabile, ignobile e onnipresente StessaFaccia, la tua invadenza ha creato e sta creando non poche turbe psichiche a molti di noi… Questa “canzonaccia” (un pop elettronico tra techno e anni’60…) l’avevo scritta per te.

“Da quando ci sei tu” – dal CD “I neutrini” (di Valerio Mele e Ugo Innamorati)

"Da quando ci sei tu" tratta dal CD "I neutrini"

Da quando ci sei tu

parole, musica e registrazione e missaggio di Valerio Mele – copyright SIAE
voce di Ugo Innamorati

Da quando ci sei tu
se accendo la TV
ti trovo dappertutto!
Sui canali
solo tu!
 
Ma chi ti ha messo là?
Io di certo no!
Ma col telecomando
se io cambio
trovo te!
 
RIT.:    Non ce la faccio più…
Non ce la faccio più…
Ci sei soltanto tu!
 
Nemici ce ne hai molti,
amici… non lo sai!
Se l’audience non si alza,
che cosa farai mai?
 
Ma questa è tirannia!
Non è democrazia!
Sei un misto tra Pinocchio,
il Minotauro
e Belzebù!…
 
Ho spento la TV,
per non vederti più!
ma poi sui manifesti
e sui giornali
ci sei tu!
 
RIT.:    Non ce la faccio più…
Non ce la faccio più…
Soltanto e sempre tu!
 
Cammino tra la gente
Son tutti uguali a te
Vuoi farmi uscir di senno?
Se guardo in uno specchio vedo te!
 
Io non ti invidio, sai…
Mi chiedo come mai…
Sarà perché stai sempre
a lavorare
notte e dì!
 
Ti piace far la STAR,
che cosa ci vuoi far…
M’infilo nella metro
e la tua faccia
è sempre là!
 
RIT.:    Non ce la faccio più…
Non ce la faccio più…
Ci sei soltanto tu!
Annunci

5 Risposte

  1. Io direi… prima dell’estinzione. Evirazione di massa… raccogliere il contenuto in una confezione regalo e donarlo 8 marzo!!!

    20 aprile 2008 alle 11:18

  2. valeriomele

    Cazzarola!

    Pare la versione moderna di “Eliogabalo” di Artaud! 🙂

    21 aprile 2008 alle 17:25

  3. Fuori gli italiani dall’Italia mi sembra un ottimo punto. Dove si va?

    22 aprile 2008 alle 13:38

  4. valeriomele

    Facciamo come il gioco delle sedie… Noi italiani ce ne andiamo in altri Paesi e altri vengano qui… Mescoliamoci, diventiamo cosmopoliti, questo volevo dire 🙂 E soprattutto togliamo agli italiani la responsabilità di governare… Hanno dimostrato di non esserne capaci e di avere una passione insana per fottersi l’un l’altro… E quel che è peggio, senza godere. Se proprio dobbiamo essere terra di conquista, tanto vale esserlo per davvero. Ci si toglie dagli impicci. Diventiamo un “museo internazionale”. E non sarebbe male divenire un protettorato di un’altra nazione, che abbia dimostrato di sapersi meglio amministrare.
    No, non voglio andarmene. Mi accontenterei di parlare col salumiere francese sotto casa. E farmi tradurre le istruzioni in tedesco allo sportello del mio comune. Sogno l’invasione dell’Italia.

    22 aprile 2008 alle 14:08

  5. Pingback: Che fine ha fatto l’antipsichiatria? « Valerio Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...