videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

WC-Day

WC-Day

"Il fine del discorso è la fine del discorso" (Valerio Mele)

Ho avuto di recente alcune illuminazioni, mentre aspettavo un treno… e più tardi, come al solito, mentre ero in bagno…

Nietzsche diceva che le migliori idee gli venivano mentre camminava. A me succede quando sono "seduto".

Le recenti teorie quantistiche (l’ipotesi dei neutrini, la teoria dell’ologramma), la matematica del caos (gli "attrattori strani" e il "battito di farfalla") e la teoria della deriva genetica, mi danno ragione. Sono le minoranze e le singolarità a mutare il modello egemone ed evolvere verso forme più adatte di riproduzione (tutto il contrario di quel che avviene con l’attuale sistema proporzionale d’elezione). L’omologazione dei concetti (come degli organismi) produce l’estinzione del modello egemone in favore di uno più vitale nato nella penuria e nell’isolamento. E’ per questo che il surrealismo, un’avanguardia elitaria è diventato l’attuale pubblicità. E la patafisica, una forma ancora più elitaria di avanguardia del ‘900, è divenuta il modello dell’attuale politica italiana e internazionale (leggete "Padre Ubu" di A. Jarry). In questo caso il modello culturale egemone imita le sue "eccezioni" più "vitali", per preservarsi dall’estinzione…

Wonder Woman, desolata, cerca una soluzione ai problemi dell'umanità...Dunque, non omologhiamoci, perduriamo nel nostro isolamento di cittadini puntiformi e tecnologici e approfittiamone per accellerare i processi di mutazione. Prima o poi la natura ci darà ragione. (O non dovremmo piuttosto "aiutarla" rendendoci resistenti alle radiazioni e alla diossina con esperimenti di mitridatismo o con un’ingengneria genetica pret-a-porter? Free O.G.M.!)

Quanto alla corporeizzazione in una massa caotica per le strade, sono favorevole… l’irruzione del corpo sociale in un mondo che nega la realtà è sempre una possibile "novità". Basta anche un pretesto come il ripristino della democrazia in Italia. Ma la posta in gioco è sempre molto più alta… "cambiare il modo di produzione" (o il "modello di simulazione"). Mutare questo capitalismo. E, individualmente, non cercare pretesti per litigare, sopraffarci tra poveri e accusare a casaccio altri per responsabilità che sono collettive. E smetterla di cadere nella trappola del protagonismo e dell’audience informatico (quanti commenti ci sono al mio post? riuscirò a superare Beppe? e finire in prima pagina su youtube?).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...