videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

DESOCRATIZZAZIONE

preleva il codice del banner alla fine del post

“Eppure Socrate non faceva della filosofia una libera discussione fra amici? La conversazione degli uomini liberi non è forse il culmine della socievolezza greca? In realtà Socrate non ha mai smesso di rendere impossibile qualunque discussione, sia con il rigido scambio di domande e risposte, sia con il lungo rivaleggiare dei discorsi. Ha trasformato l’amico in amico del solo concetto, e il concetto nel monologo spietato che elimina uno dopo l’altro i rivali”.

Gilles Deleuze

Fermamente convinto che la “maieutica” di Socrate, l’arte della levatrice ovvero l’arte di far uscire la verità da ognuno di noi (leggi: “come cavare sangue da una rapa”) sia una cagata pazzesca, invito ad esporre il presente simbolo nei vostri blog e siti. Quando c’è qualcuno che vuole convincervi che c’è una verità unica e che quella verità è in ognuno di voi, mandatelo a quel paese! NOI siamo unici, non LA verità!

Lasciate aperte le vostre discussioni. Non lasciate che i prepotenti prendano il sopravvento. E che emerga una sola RAGIONE. Lasciate che emergano più posizioni, che ognuno le esprima secondo il suo ragionamento e la sua sensibilità. Niente SINTESI!

 

E soprattutto, una volta finito di discutere, dedicatevi a qualcosa di più divertente.

Socrate diceva “Conosci te stesso”??? Io dico: cercate di conoscere tutto quel che potete e tutti quelli che potete conoscere. Cercate soprattutto di comprendere qualcos’altro o qualcun altro… oltre a voi stessi!

NO SOCRATE!


 

 IL CODICE DEL BANNER:

<a target=”_blank” href=”https://valeriomele.wordpress.com/2008/08/19/desocratizzazione/”><img  alt=”” src=”http://www.pubblicastelli.com/immagini/no-socrate.gif”></a&gt;

 

Annunci

6 Risposte

  1. povero Socrate.. 🙂

    21 settembre 2008 alle 12:27

  2. utente anonimo

    non è possibile conoscere se stessi senza relazionarsi.
    relazionarsi con se stessi, con gli altri e con l’ambiente… contemporaneamente e soprattutto senza esaltazione del proprio ego visto che altro non è che parte del tutto nato dal tutto.
    non è possibile conoscere se stessi senza umiltà, il nostro ego fa da paraocchi.

    10 giugno 2009 alle 13:27

  3. valeriomele

    Sì, sull’umiltà son d’accordo, specie dopo le recenti tribune elettorali… basta che non sia a prescindere (altrimenti diviene sottomissione)… Io la intendo come la necessità di non esagerare con gli “a solo” quando si suona in un gruppo. L’importante è la musica che ne esce, non i singoli musicisti. Ma c’è una tale ignoranza e arroganza in giro… E, per di più, la Grande Educatrice (la TV) è maestra nel far passare la prevaricazione come prassi e consuetudine nelle argomentazioni…

    10 giugno 2009 alle 13:57

  4. utente anonimo

     ma dai con tanti con cui prendersela… magari la gente imparasse a leggerlo Socrate.

    20 ottobre 2009 alle 16:37

  5. valeriomele

    E imparicelo tu…

    Comunque ritengo sia preferibile che si argomentino i commenti…

    Tenendo sempre presente che un’Apologia di Socrate è già stata scritta…

    20 ottobre 2009 alle 16:54

  6. valeriomele

    Qui ulteriori mie considerazioni "anti-socratiche".

    18 ottobre 2010 alle 15:14

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...