videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

La Sinistra è un cavallo morto…

morte…come la democrazia rappresentativa in Italia…  Io, nella cabina elettorale mi sono comportato come ad una gara all’ippodromo, puntando tutto su un brocco, evidentemente. Ma sono le regole ad essere truccate per far vincere il nostro  “simpaticissimo” porno-duce. Questa dannata soglia di sbarramento al 4% ha fatto fuori la volontà (anche se si tratta di una volontà per interposta persona o “listona”) di 6 milioni di italiani! Tale è la cifra che si ottiene sommando i voti di “Sinistra e Libertà”, di Rifondazione e dei Radicali… Si arriva ad un 9% (3,1% + 3,4% + 2,4%). Una falcidie di individui e cittadini, precipitati nella gheenna extraparlamentare. Un’ignominia anti-democratica senza alcun rispetto delle “minoranze”… Ripeto, stiamo parlando di 6 milioni di persone… che se riempissero le piazze basterebbero per un paio di rivoluzioni! I dirigenti dei partiti su citati non sono all’altezza di praticare una strategia politica vincente, irrispettosi delle differenze interne (proprio loro che si riempiono la bocca con la “differenza”, contrapposta all’identitarismo), irrigiditi su posizioni pretestuose e masochiste. Non so chi è più colpevole: se la “sinistra” (mi vien da pensare ad una sinistra fantoccio comprata dai padroni o dal padrone) o l’attuale destra paranoide (che incorpora nei suoi piani di egemonia monopolista anche la sua opposizione più estrema…). Io non sono borghese e qualunquista, stile “né destra, né sinistra”… Per me la destra c’è eccome ed è sempre quella… l’ideologia che fotte il carattere e le tasche del popolo beota col culto della personalità. E gli orifizi delle donne che non godono più, ma assecondano grotteschi maschioni deficienti quando va bene o cedono a stupratori ciechi come il loro potere di impotenti quando va male. Pornhub insegna… Qui si viene solo in faccia… e si usa solo il culo, senza venire mai, senza godere… E ora va anche di moda  il rapporto orale con rigurgito e vomito. Questa è la destra. Facciamo finta che ci piace. Tutti e tutte puttane. “Oh, yeah!… yeah!… yeah!”.Il punto è che a Sinistra, erede dell’ideologia “materialista” che fu, non si gode più. Sono solo capaci di discorsi isterici, anacronistici, nostalgici, sentimentali, “religiosi”. La Sinistra sia l’apocalisse paradossale che sostiene Lars von Trier in film come “Antichrist”, che ho visto ieri… un gran bel film (che  è stato definito da una spettatrice in sala “un film orribile”… dunque da vedere). Deve disimparare ad essere cosa buona e giusta. Non inneggiare all’europeismo degli oligarchi monopolisti. E organizzarsi sul territorio. E trovare nuovi linguaggi e pratiche.

Amen.


P.S.: (Non capisco poi come mai la Global Crossing (ovvero una succursale della CIA con referenti anche a Roma), responsabile tra l’altro di colossali truffe finanziarie, ogni volta che scrivo un post col tag politica, mi faccia visita…).

La bella notizia invece è che (mentre in Italia continuiamo a pagare balzelli assurdi alla SIAE, come il “bollino”, e siamo quotidianamente criminalizzati anche se siamo solo semplici utenti e consumatori di un servizio, con le nostre modeste connessioncine a singhiozzo) in Svezia ha trionfato il Partito Pirata!… che in Italia non ce l’ha fatta, anche se potete trovarli qui

Il punto è che in Italia è gestito con opportunismo, visto che si chiede una quota associativa ed è presieduto da un signore ex-comunista orgoglioso e dalla barba più curata di quella di Marx, ma incurante delle differenze grafiche dei simboli (il partito pirata ha una grafica nera stile anarchico e non mi pare una “goliardata”, come egli sostiene… e “Sinistra e Libertà” mi auguro non sia necessariamente un progetto neo-comunista di mera rivendicazione salariale)… Prendiamo atto che gli è andata male e liberiamo il successo svedese dalle grinfie dei professionisti (o “doppiolavoristi”) dell’associazionismo… che hanno allontanato dalla politica un sacco di gente qui in italia, proprio per gli evidenti fini di lucro con cui ci si muove… La libertà è GRATIS o non è libertà. Qui in Italia si replica il virus del “fottere”, di cui parlavo prima, a tutti i livelli… Così, questo possibile successo oltre confine, qui diventa, come tutto il resto, un cavallo morto…

Annunci

Una Risposta

  1. Pingback: Liberarsi del cristianesimo… | Basta strategie vittimarie! « Valerio Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...