videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

Raise Hell, not costs

Le notizie di un’Onda internazionale che si compatta nei campus americani con slogan come

NOI SIAMO LA CRISI!

FATE SALIRE L’INFERNO, NON I COSTI!

OCCUPIAMO TUTTO!

fanno pensare che "i nostri figli" stiano bene incarnando le tendenze auto-distruttive del capitalismo avanzato…
Il problema, per me, è un preoccupante vuoto di teoria e di strategia. O la vaghezza rarefatta delle attuali ideologie alternative ("Intanto ribellatevi, che fa molto gioventù del ’68 e del ’77, poi vediamo cosa esce fuori…" – puntualmente solo vittime e capri espiatori, sconfitte e manganellate… Deve trattarsi della nuova versione dei giochi circensi del Colosseo). Occorrerebbe far presto… Il pensiero della "differenza" e il post-modernismo a la page hanno fornito anni luce di vantaggio alle cavallette monopoliste di una Destra cannibale, digitale, irreale, spettacolare e… velocissima! I post-moderni direbbero che non va bene schierarsi… compattare identità e ideologie. Mi si spieghi allora sul campo come ci si intende muovere con Derrida alla mano (il risultato è una estrema differenziazione di movimentini, fino a quelle "particelle senza massa" che sono i neutrini-blogger, del tutto incapace di "comunicare" e condividere  alcunché se non con i mezzi forniti dalla Rete-Digos Internazionale! Questa sì che è idiozia, "intertestualità" andata a male…). Su una cosa son d’accordo… si eviti almeno di innescare meccanismi vittimari e, soprattutto, si rinunci alla verità. Che vi sia solo tattica e strategia. E responsabilità.
Una teoria e una prassi sono condivisibili solo se sono efficaci rispetto alle finalità strategiche (in linea di massima: permettere una sperimentazione, nella libertà, di forme alternative alla ferocia liberticida del capitalismo contemporaneo). A fare un papocchio ci si mette un attimo… accellerare la crisi in questo momento può solo servire a far sorgere un nuovo Duce, un nuovo Salvatore o altra Fogna… un altro Divin Terrorista.
Non mi fate i rivoluzionari coi libri della "shock economy" in mano (magari comprati al supermercato) vi prego!…

PS: Se Aristotele avesse ragione con i suoi sillogismi:
"Noi la crisi non la vogliamo – Noi siamo la crisi – Noi non ci vogliamo"
(una forma di autoestinzione volontaria).

Oppure:

"Noi la crisi non la paghiamo – Noi siamo la crisi – Noi non ci paghiamo" (buone notizie per il capitale: ecco una buona idea per azzerare il costo del lavoro!).

E poi c’è chi vuole rendere appetibile la parola logora "comunismo"… e la vuole rivendere agli americani.  A Obama!!!

http://vimeo.com/moogaloop.swf?clip_id=4516111&server=vimeo.com&show_title=1&show_byline=1&show_portrait=0&color=&fullscreen=1

WE MUST TRY from PARKAFILM.CC on Vimeo.

PS: Ecco invece chi sostiene la svolta autoritaria nel nostro paese… che passa sotto il bel nome di "riforme".

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...