videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

Ma non era meglio il Pesce?


MAESTRA – Bambini!… ma… perché avete crocifisso il vostro compagnetto finlandesealla parete?ALUNNO – Voleva togliere il crocifisso signora Maestra…

In un Paese che dà come notizia del telegiornale (TG1…) prima la morte della stigmatizzata

Natuzza Evolo (che si vuole santa subito) e poi quella del centenario antropologo Claude Levi-Strauss in BrasileClaude Levi-Strauss (strenuo oppositore di ogni forma di etnocentrismo), c’è da aspettarsi anche un Bersani, segretario della “sinistra” collaborazionista, che difende l‘esposizione del crocifisso nelle scuole come “un’antica tradizione”… come “buonsenso” (”Penso che su questioni delicate come questa, qualche volta il buonsenso finisce per essere vittima del diritto. Un’antica tradizione come il crocifisso non puo’ essere offensiva per nessuno”)… E’ forse per questo che i ragazzi che sento la mattina negli autobus smadonnano e bestemmiano in continuazione?
Oppure vogliamo conservare l’antica tradizione per chi prega in silenzio: “Gesù, fa che non mi interroghi…”? E poi: ma “buonsenso” DE CHE???
Cazzarola, basta!… ‘sto simbolo è usurato da millenni di stermini e di antropocentrismi criminali… Se si vuole adorare Cristo ci sono le chiese e sono anche tante! E continuano imperterrite a rompere i timpani con le loro campane…

Questa insistenza nel marcare il territorio con la croce, l’incenso, le processioni, prediche onnipresenti, raduni di vescovi che monitano ed assurdi privilegi, ha solo un nome: ARROGANZA!… è mancato rispetto delle minoranze, di chi non la pensa come gli ispiratori del Sacro Romano Impero, detentori della Verità…

logo dei Bad ReligionE lo dico io, che credo comunque nella potenza di quel simbolo (che non è molto usato nel senso in cui lo intendo, evidentemente…). Ma quel che proprio è inaccettabile è l’imposizione, anche a chi è di altre confessioni, del figlio dell’uomo appeso ai quattro angoli del cosmo, fissato perennemente ad una sola delle fasi della sua vita… quella del supplizio della croce.  Che ancora di questi tempi (e non solo… se si pensa a crociate, sterminio degli indios e inquisizione…) continua ad essere brandita come un martello, come un manganello…

Questo simbolo non è più il fondamento della nostra civiltà… Oggi i cristi si bombardano e si ammazzano senza neanche guardarli in faccia, in nome della “civiltà” e nel silenzio colpevole della Chiesa… E questi preti indignati, questi politici a caccia di voti, questi IPOCRITI, sono la VERGOGNA dell’umanità.

Vi posso riconoscere l’ossatura simbolica di tutto l’edificio Occidentale (del Grande Terzo, dello Stato), ma è proprio questo il punto… Credo che quell’edificio poggi su fondamenta marce… E’ come se non si possa contare “1, 2, 3, 4, 5, 6, 7… ecc”, ma solo “3”. Basta, no? Cambiamo ogni 2000 anni almeno!… Un po’ più di fluidità… Tutto scorre… Che si parli di altro, che si vivacizzi l’intelletto, invece di svilirlo e obnubilarlo nell’analfabestismo miracolante…

Così, Filosofico.net su Claude Levi-Strauss: “Egli rifiuta, dunque, ogni forma di etnocentrismo, in quanto ogni cultura realizza soltanto alcune delle potenzialità umane. Questo significa abbandonare ogni forma di umanesimo e di stoicismo, ossia respingere l’ equivalenza, dominante nel mondo occidentale, tra le nozioni di storia e di umanità: la storia è soltanto una delle scelte possibili che gli uomini possono compiere”.

René Magritte - L'invenzione collettiva

Annunci

8 Risposte

  1. valeriomele

    "I muri delle istituzioni pubbliche non sono come gli angoli dove pisciano i cani per delimitare il territorio del branco più numeroso".

    Bella frase, anche se non sono d’accordo sul resto dell’articolo

    4 novembre 2009 alle 16:05

  2. valeriomele

    “Il mondo ha avuto origine senza la presenza dell’uomo e finirà senza di lui".

    Claude Levi-Strauss 

    4 novembre 2009 alle 16:10

  3. valeriomele


    “Ciò che per prima cosa ci mostrate, o viaggi, è la nostra sozzura gettata sul volto dell’umanità”

    Claude Levi-Strauss

    5 novembre 2009 alle 07:52

  4. Secondo il mio modesto parere il crocifisso deve restare non perchè è il simbolo di un’antica tradizione, no per delimitare il territorio del branco più numeroso, ecc.. ecc.  ma perchè rappresenta il simbolo del figlio di quel motore perfetto che ha dato origine all’uomo e alla sua storia. E’ giusto che ragazzi e bambini non ignorino argomenti così importanti, da grandi saranno liberi di scegliere o no quello che già conoscono. ciao un saluto.

    7 novembre 2009 alle 22:39

  5. valeriomele

    L’unico motivo per cui forse mi starebbe bene che rimanesse il crocifisso alle pareti è per esorcizzare un po’ tutti…

    8 novembre 2009 alle 04:23

  6. valeriomele

    E visto che ci siamo, perché non togliere la croce dalla bandiera finlandese?

     

    11 novembre 2009 alle 19:02

  7. utente anonimo

    ma… evviva il pesce, l’uccello e il pisello. la natura sa quel che fa!

    13 novembre 2009 alle 00:26

  8. Pingback: Liberarsi del cristianesimo… | Basta strategie vittimarie! « Valerio Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...