videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

La tautologia della paura

Antonio Albanese interpreta l'inquietante Ministro della PauraIn un post del blog “Minima & moralia” (“Morire di stato“) si descrive l’uso politico della paura da parte del potere e, nel finale (citando il saggio “Non-persone” di Alessandro Dal Lago), il processo linguistico di creazione random del capro espiatorio da parte dei media:

“Lo sbandieramento dell’allarme in prima pagina è, a sua volta, legittimato dall’intervento degli attori che rivendicano la rappresentanza della società. Quest’interpretazione politica attribuisce all’allarme risalto nazionale, e legittima l’interlocutore politico come risolutivo della paura.
I passaggi identificati da Dal Lago, nella figura della «Tautologia della paura», sono i seguenti:

  • Risorsa simbolica: «I … sono una minaccia per i cittadini».
  • Definizioni soggettive degli attori legittimi: «Abbiamo paura. I … ci minacciano».
  • Definizione oggettiva dei media: «I … sono una minaccia, come risulta dalla voci degli attori [legittimi] (sondaggi, inchieste, eccetera), nonché dai fatti che stanno ripetutamente accadendo».
  • Trasformazione della risorsa simbolica in «frame» dominante (è dimostrato che i … minacciano la nostra società, e quindi «le autorità devono agire» eccetera).
  • Conferma soggettiva degli attori legittimi: «Non ne possiamo più, che fanno i sindaci, la polizia, il governo?»
  • Intervento del «rappresentante politico legittimo».
  • Eventuali misure politiche che confermano il «frame dominante».

A questo punto il «frame dominante» può essere invocato a ogni nuova emergenza”.

PS. Per esempio, se ai puntini sostituiamo “agenzie di rating” o “terroristi”, otteniamo i discorsi di oggi di Belu$coni e Napoli-Tano

Annunci

Una Risposta

  1. Pingback: zona rossa – zona sacra – zona morta (derive analogiche e pensieri frammentari) | Valerio Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...