videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

La BCE e gli “alternativi” (fasci e qualunquisti inclusi) contro “le banche”…

Con l’LTRO il rischio bancarotta è stato trasferito dagli stati alle banche (disperdendosi in mille rivoli, come accennavo qui… come farebbe, col suo indirizzo IP, un Anonymous qualsiasi che non si vuole far rintracciare)… Il punto è che le banche, proprio in virtù dell’impegno a ripagare prestiti di decine o centinaia di miliardi di euro (…o dollari travestiti) contratti all’1% con la BCE e con “coupon rate” (da ripagare a chi compra i suddetti titoli sul mercato secondario o tra le banche stesse) che variano di parecchio, dallo 0% fino al 10%, non rischiano e non fanno più credito extra-finanziario (a quella che con una mistificazione ipocrita viene definita “economia reale”… come se questa vivesse in un’aura di trascendente onestà, moralità e armonia, non si servisse di denaro, non fosse immersa nel sistema monetario e non fosse da questo permeata a tutti i livelli… compreso soprattutto quello dei rapporti sociali, delle abitudini comuni, delle strutture cognitive…). Dunque, in assenza di cambiamenti globali che permettano speculazioni vantaggiose (es.: guerre strategiche di un certo “peso”, che sono in effetti in preparazione…) queste banche, dopo aver derubato buona parte della liquidità ricevuta in prestito (giustamente qualche giornalista americano ha fatto notare che l’LTRO è un regalo alle mafie…), falliranno… (e allora, quando per questo non verranno pagati stipendi e pensioni senza possibilità di risposta politica, ci si accorgerà che forse era meglio che fallivano gli stati, magari uscendo dall’€uropa… contrattando al ribasso i propri debiti o cominciando ad indagare sulla composizione degli stessi… o dichiarando fuori legge i governi, appellandosi al diritto di insolvenza del “debito odioso”, etc…). Proprio ieri Draghi avvertiva della necessità di trovare dei fondi per salvare le banche questa volta (insieme al collaterale offerto in garanzia)… L’Unione europea – spiega Draghi nel corso di un convegno organizzato da Bce e Commissione europea all’Eurotower – dovrebbe dotarsi di autorità che gestiscano i salvataggi bancari quando questi accadono nell’ Eurozona. “La necessità di rafforzare la sorveglianza e la ‘risoluzione’ delle banche (la gestione ordinata dei salvataggi) a livello dell’Eurozona” è un nodo “importantissimo” da affrontare, spiega l’ex governatore di Bankitalia. Un campanello d’allarme visto che i sistemi bancari di diversi Paesi – a partire dalla Spagna oltre a Grecia, Irlanda e Portogallo – sono giudicati dai mercati particolarmente a rischio, sovraesposti vuoi al settore immobiliare, vuoi al debito nazionale.

E ADESSO… UN PO’ DI FANTA-POLITICA (nel senso dell’aranciata)

A questi fallimenti seguiranno a ruota ulteriori indebitamenti degli stati, fino all’impossibile (“fallimenti pilotati”), a condizioni capestro e le ovvie tensioni nazionalistiche e paranoidi interne all’Europa, ultimo ostacolo alla centralizzazione coatta (paranoide anch’essa) della finanza continentale… ma per quest’ultimo proposito dovrebbero usare un inesistente (per ora) esercito europeo!
(Vabbè… ci sono sempre gli Alleati che potrebbero ri-sbarcare in Normandia… rilevando l’Europa in stock, a prezzi stracciati… In fondo è a causa dei loro trilioni di debito pubblico che si è aperta la crisi “globale”…  e in qualche modo dovranno pur rimediare…).

Non v’è dubbio infine, che queste questioni, pur complicando parecchio le nostre esistenze, non dovrebbero riguardarci, né appassionarci… Dovremmo solo inventare, imparare e sperimentare i metodi con cui sottrarci a questa presa…

Annunci

Una Risposta

  1. Pingback: Due esempi di “jeune-fille” « Valerio Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...