videomaker, fotografo, musicista e sound-designer

La semiosi, malattia infantile della semiocrazia

Se questa è una semiocrazia, la semiosi (che alcuni, come Peirce, indicavano come “infinita”) è una gran brutta malattia, il contagio che la fa proliferare…

Nell’emersione alla superficie dei simboli io mi auguro invece che vi sia un’embolia… Ho infatti scritto di embolon opposto al symbolon… Si dovrebbero stroncare sul nascere certi statuti (dell’io, del sog-getto, dell’identità, della coscienza, dell’essere, ecc). Ne conseguirebbe una moria di sub… (o del “sog-“ del sog-getto).

Peirce, citato da Julia Kristeva in “Semeiotikè”, così definisce un segno (implicando una struttura triadica, idealistica… o, diremmo anche, edipica, monetarista, ecc…): “Il segno, o representamen, è ciò che sostituisce per qualcuno qualcosa sotto un determinato aspetto o in una determinata posizione. Esso si rivolge a qualcuno, crea cioè nello spirito di questa persona un segno equivalente o forse un segno appena sviluppato”. 

Così l’individuo sopprime il dividuo (o il sog-getto il -getto)… con il “representamen”… (nella semiosi propria dell’economia, con il denaro… che per Marx è l'”equivalente generale delle merci”… merci che sono oggetti, ma anche soggetti, attraversati e condizionati dal rapporto sociale che li imprigiona… in superficie).

Ri-gettare, pro-gettare, ri-articolare le giunture dei (bi)sogni, prima che emergano alla superficie della coscienza.

Annunci

7 Risposte

  1. Dato che Lenin scrisse un odioso “L’estremismo, malattia infantile del comunismo”, ho pensato di rispondere a muso duro alla mummia sovietica, cambiando argomento e infarcendolo di metafore d’annegamento… ma giusto per il gusto di parafrasare…

    In realtà ce l’avevo proprio con Peirce…

    28 marzo 2013 alle 00:46

  2. Pingback: Snuff polity | politiche della “pozza di sangue” | Valerio Mele

  3. Pingback: Modello Troia | è sempre e solo stata una guerra d’assedio | Valerio Mele

  4. Pingback: L’a-linguistica | Valerio Mele

  5. Pingback: Il pene egoista | Valerio Mele

  6. Pingback: Verso l’abolizione della moneta – Le regole del gioco | Valerio Mele

  7. Pingback: Dopo Odessa e l’orrore che verrà… | Valerio Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...